IL VATICANO IN GALIZIA
La fermezza del Psoe

 

Caro direttore, mercoledý scorso il suo giornale apriva con un bellissimo commento sul tifo e l'invidia suscitati, nei nostri cuori teocratizzati, dalla fermezza del Psoe spagnolo in tema di laicitÓ dello Stato. Ora a questa veritÓ si aggiunge la notizia che possiamo invidiare gli spagnoli in genere, dal momento che la loro voglia di libertÓ Ŕ tale da suggerire persino al Partito popolare di Rajoy di tenere la Chiesa fuori dalla campagna elettorale e di affermare che le leggi in tema di diritti civili firmate da Zapatero non verrebbero toccate in caso di avvicendamento al Governo. Da noi? Giusto il contrario. E mentre qui manca pochissimo che nei programmi elettorali bipartisan venga inserito il concorso in omicidio per le donne che abortiscono spontaneamente, chiediamo ai cugini spagnoli se non hanno per caso un posticino in Galizia, chess˛ a Santiago de Compostela, per ospitare un'enclave vaticana e lenire almeno parzialmente la nostra invidia? Paolo Izzo www.paoloizzo.net

 

(il Riformista, 13/02/08)ę Paolo Izzo

 

Torna a Lettere